www.difesadautore.it
0

Street-Art, conservazione delle opere e diritto d’autore: intervista a Millo

MILLO, nome d’arte di Francesco Camillo Giorgino, è uno degli street artist più famosi al mondo.
Puoi trovare le sue opere sui muri di USA, Russia, Cina, Australia, Nuova Zelanda, Tailandia, Argentina, Cile, Marocco, Italia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Olanda, Polonia, Lituania, Bielorussia, Ucraina e altre nazioni sparse per il resto dei cinque continenti.
Il suo prolifico lavoro è al centro del documentario Art Libre, diretto da Luigi Capasso e prodotto da Zoomlab, selezionato nel 2020 al Festival International du Film sur l’Art di Montreal.

Durante una sera di binge-reading su Facebook ho scoperto per caso che il proprietario dell’edificio di Paphos (Cipro) su cui Millo aveva dipinto l’opera “Ready” ha deciso di riverniciare la facciata del palazzo, cancellando il lavoro realizzato nel 2017 durante lo Street Art Square Festival.

Ho deciso per questo di fare un pò di domande all’autore sulla conservazione delle opere di street art e sui rapporti tra street art e diritto d’autore.

Ciao Millo, la prima cosa che mi sono chiesto, vedendo l’opera cancellata, è stata: che sensazione hai provato quando lo hai saputo?

Un grande dispiacere.
So benissimo che una volta realizzato il lavoro può accadere di tutto, ma viverlo resta molto triste, specie quando la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno.

in alto l'opera "Ready", nella foto in baso la nuova facciata riverniciata

Parli mai con i tuoi colleghi del tema della conservazione delle opere murarie? Credi possa esistere tra gli street artist una posizione univoca al riguardo?

Raramente si parla di questo aspetto, solitamente quando siamo insieme cerchiamo di discutere sempre di altri argomenti, ad ogni modo personalmente sono molto favorevole, tuttavia considerando che quasi tutti gli artisti di questo movimento sono in vita reputo fondamentale chiedere, in caso di un possibile intervento, un parere.

La tua ultima opera che ho visto dal vivo è stata a “Open” a Pianura, quartiere di Napoli dove ho vissuto i primi 13 anni della mia vita: mi ha colpito molto vederne l’impatto territoriale, e mi viene spontaneo chiederti che rapporto di interazione si instaura tra te e i luoghi in cui realizzi i tuoi lavori.

Ogni invito, ogni viaggio e ogni luogo nel quale ho la fortuna di dipingere è una sfida.
Pianura purtroppo è un quartiere rimasto un po più indietro rispetto agli altri della città ed è per questo che si è deciso di “portare” proprio lì, qualcosa. Devo dire che i primi giorni c’è stata una certa diffidenza nei miei confronti, cosa alla quale sono abituato, a dirla tutta mi sembra giusta e normale, d’altronde arrivo da una città diversa, salgo su di un cestello e poi realizzo una grande opera..insomma, non proprio la cosa più ovvia del mondo, tuttavia in tanti nel quartiere conoscevano le opere di Jorit e nonostante la diffidenza, da subito hanno provato interesse, hanno chiesto, si sono informati…dopo due giorni, alle prime linee di colore, ero già a prendere caffè ad ogni ora.
Ogni luogo è così, è unico.
Ed è impossibile non interagire con le persone, ma soprattutto è quello che amo di questo lavoro

"Open" by Millo - per gentile concessione dell'artista


La gestione del diritto d’autore delle opere di street art è un tema molto sentito tra gli addetti al settore, che spesso lamentano giustamente di non vedere rispettati i propri diritti di natura morale e patrimoniale. 
Dato che tu hai avuto modo di prestare alcune tue opere anche a produzioni internazionali (“Closer”, apparsa nella serie Shameless, n.d.r.), che esperienza hai avuto in merito al diritto d’autore in rapporto con la street art?


Sono stato contattato dalla Warner Bros, la quale mi ha spiegato il progetto e mi ha chiesto il permesso di poter filmare la mia opera, insomma, nulla di così complicato! Negli ultimi anni, specie con l’avvento dei social, con lo sdoganamento della fotografia si è iniziato a pensare che tutto ciò che è in strada possa non solo essere fotografato ma riprodotto e commercializzato poiché di tutti, ma soprattutto di nessuno. 
C’è urgente bisogno di far studiare soprattutto in determinati settori, penso a quello della comunicazione, il diritto d’autore. Ho smesso di contare le volte ormai in cui ho avuto bisogno di un legale per far valere i miei diritti.

"Closer" by Millo - per gentile concessione dell'artista

Hai lanciato poco prima di Natale, con un sold-out incredibile raggiunto nel giro di poche ore, le Millo surprise bag : pensi che l’uso dell’e-commerce possa diventare una risorsa economica di riferimento per chi lavora nell’ambito dell’illustrazione e della street-art?

Io credo che per determinate tipologie di prodotti, l’e-commerce sia già una risorsa a disposizione degli artisti e moltissimi di noi ne fanno uso costantemente.

.
Articolo a cura di Alfredo Esposito
Si ringrazia Eleonora Alvino

0

Italian Innovation day in Switerland

Intellectual property in Academia

In qualità di referenti legali del progetto AIRILegal (AIRIcerca) siamo felici di annunciare che il 4 Novembre 2022 si terrà all’ETH di Zurigo, nell’ambito dell‘Italian Innovation Day in Svizzera, l’evento Intellectual property in Academia: bringing your idea to market.
L’evento è organizzato da AIRIcerca Switerland– l’Associazione italiana ricercatori in Svizzera – per agevolare un incontro aperto al pubblico tra avvocati esperti in proprietà intellettuale, consulenti in brevetti, CEO e investitori.
Il dibattito si arricchirà di prospettive etiche della brevettazione scientifica (Istituto Italiano di Cultura di Zurigo) e si concluderà con una tavola rotonda alla quale parteciperanno i fondatori di start-up dell’ETH di Zurigo e gli investitori del mercato svizzero.

Tra ospiti e relatori, saranno presenti i dottori Luca Valenziano (Addetto scientifico del Consolato Generale Italiano di Zurigo), Melanie Johnson (Technology Transfer Office all’ ETH Zurigo), Lucrezia Maini (ETH Zurigo, AIRIcerca Svizzera), Francesco Ziosi (Direttore istituto di cultura italiano a Zurigo), Maria Maina (Patent Attorney), T.Netter (I.P. Manager), Michele Gregorini (Fondatore e Ceo – DIAXXO Ag), Renato Del Grosso (Co-fondatore Cube Labs – Venture Builder), Fabio Cirillo (CEO Avanti Europe AG)

Tra i partner dell’evento l’ETH di Zurigo, il Consolato Generale d’Italia a Zurigo, l’ Istituto Italiano di Cultura a Zurigo, la Camera di Commercio Italiana in Svizzera e Pizzatech.

L’evento sarà utile a chiunque voglia lanciare una propria start-up in Svizzera e brevettare la propria idea, anche in ambito accademico. Verranno quindi introdotti e spiegati i concetti fondamentali sulle parti principali di un brevetto oltre che approfondimenti sulle autorità brevettuali europee e svizzere.

Clicca sul pulsante per prenotare gratuitamente l’accesso all’evento dell’ Italian Innovation Day in Svizzer “Intellectual property in Academia: bringing your idea to market!”

0
UAH [UnleashAnemaHit]

UAH [UnleashAnemaHit] – Produzioni d’Autore

premessa

Lo studio legale Difesa d’Autore ha avuto la fortuna di costruire la propria esperienza “sul campo” con oltre dieci anni di produzioni musicali, eventi e collaborazioni sparse nel settore artistico video e performativo.
Per questo motivo seguiamo spesso (ed è la parte del lavoro che più amiamo!) etichette ed artisti offrendo supporto e consulenza, oltre che in ambito legale, anche negli ulteriori settori di produzione per cui riusciamo a rappresentare un valore aggiunto (come capitato ad esempio il mese scorso con l’uscita del disco di Joe Bastianich & La Terza Classe)

UAH [UnleashAnemaHit]

Abbiamo avuto il piacere di supportare negli ultimi mesi UAH [UnleashAnemaHit], un progetto musicale nato a Napoli e che a Napoli si rivolge con l’utilizzo di un linguaggio che recupera la tradizione partenopea, nel pieno rispetto della real grammatik e pur in presenza di spunti di interessante innovazione.

Già dal nome dell’ultimo EP pubblicato (UAH YOU (2022), che gioca con il “guagliù” – da “guaglione”- napoletano) risultano evidenti i giochi creativi di un progetto variegato sotto ogni punto di vista, e che lo stesso UAH traduce con “un’istantanea ironica e disincantata della società contemporanea: un’opera in cui Napoli diventa il centro e la metafora del mondo che ci circonda, coi suoi contrasti e i suoi chiaroscuri, tra relazioni difficili, precariato, emarginazione, gioco d’azzardo e criminalità.”

UAH [UnleashAnemaHit] è un cantautore che per scelta ha deciso di mostrarsi al pubblico solo attraverso canzoni ed immagini. Forse sarebbe più corretto parlare di collettivo, visto che il suono si discosta dal classico chitarra/voce per arrivare ad elementi sonori che strizzano gli occhi al rap de La Famiglia o ai suoni trap delle ultime produzioni di D-Ross.

C’è in ogni caso da dire che ai suoni di matrice moderna si accompagna un apparato testuale decisamente narrativo, che riporta in voga il concetto di “cantautore”, pur senza seguire lo schema strofa/ritornello, in funzione di un richiamo melodico teatrale spinto dall’utilizzo dell’autotune nei punti in cui l’identità vocale cede il passo alla necessità espressiva. (Dimane Sì / King Kong (Ve voglio bbene assaje)

Anche nel remix di Spaiderman, brano già uscito in originale come singolo in dedica ai rider icone del precariato moderno, si incontrano questi elementi.

Il contributo artistico di Officina Mirabilis ha inoltre bisogno di un commento a parte, visto il corposo lavoro che ha permesso di tradurre visivamente, con scelte di palette, disegni e forme grafiche indovinatissime, la natura di questo progetto anonimo.

A dirla tutta, più che di progetto “anonimo”, termine che dopo Elena Ferrante, Banksy e Liberato ha perso il fascino della novità, potremmo parlare di progetto “sommerso”.

Sommerso in quanto non visibile ma decisamente riconoscibile ed in attesa di emergere ancora, dopo questo primo lancio e in attesa di una nuova produzione.


A proposito, cosa vuole dire Unleash Anema Hit?
La rivista Napulitanamente di L.A. la traduce con “Anima senza guinzaglio“, la libertà che prevede padroni ma che ciò nonostante riesce a non rimanere avvinghiata al proprio destino.
Proprio come UAH.

0
Joe Bastianich & La Terza Classe

Joe Bastianich & La Terza Classe – Fall In Between

Lo Studio Legale Difesa d’Autore è lieto di annunciare l’uscita del videoclip “Fall in Between” di Joe Bastianich & La Terza Classe. Il video musicale è estratto dall’album “Good Morning Italia” che sarà pubblicato il 24 Giugno per l’etichetta SoundInside Records con ufficio stampa Big Time.
Sarà invece il booking Barley Arts che li porterà in giro in Italia per un intenso tour estivo.

In qualità di studio legale e advisors dell’etichetta SoundInside Records siamo felici di aver supportato e di supportare una produzione internazionale di così alto livello.

SoundInside Records, a cui facciamo i nostri migliori auguri, ci racconta per bocca del suo fondatore Jex Sagristano com’è nato il progetto Joe Bastianich & La Terza Classe:

Questo progetto artistico nasce dall’incontro tra il “Restaurant Man” Joe Bastianich e l’ensemble de La Terza Classe, conosciuta durante il programma “On the road” realizzato per Sky Arte nel 2013 e condotto dallo stesso Bastianich.

Jex Sagristano di SoundInside Records

La grande passione di Joe per la musica rock, blues, soul e folk americana e l’empatia immediata che si è creata hanno fatto nascere una collaborazione tra lui e La Terza Classe.
Parliamo di una delle poche realtà musicali italiane che sin dalla sua nascita si occupa di ricercare e di comporre musica ispirandosi al folk americano.”

Per ciò che riguarda il videoclip invece:

Cavi, cuffie, nastro gaffa: il kit base del fonico di ogni piccolo live club diventa protagonista di “Fall In Between”, nuovo singolo del progetto Joe Bastianich & La Terza Classe.

Blues, folk e bluegrass rendono omaggio a quella categoria pesantemente danneggiata dalle restrizioni degli ultimi due anni.
Parliamo di quei professionisti che permettono ai musicisti di suonare al meglio in ogni situazione e al pubblico di ballare e cantare durante lo spettacolo.
Bastianich, protagonista del videoclip diretto, da 327 Collective è un fonico sognatore che diventare parte della band in un susseguirsi di situazioni paradossali fino al climax finale, un rooftop concert sui tetti di Napoli.”

AGGIORNAMENTO

Pubblicato con SoundInside Records, Good Morning Italia di Joe Bastianich & La Terza Classe è finalmente on line, ecco la tracklist completa su Spotify.

0
Giornata Mondiale della Poesia

Giornata mondiale della poesia 2022

Oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e noi abbiamo scelto di dedicarla ad Edgar Lee Masters, scrittore, poeta ed avvocato americano ✒️⚖️


Ad un giornalista che gli chiese come gli fosse venuto in mente di scrivere l’antologia di Spoon River, lo scrittore rispose:
“Mentre facevo l’avvocato a Chicago e mi aggiravo nei tribunali e frequentavo la cosiddetta società… giunsi alla conclusione che il banchiere, l’avvocato, il predicatore, le antitesi del bene e del male non erano diverse nella città e nel villaggio… Cominciai a sognare di scrivere un libro su una città di campagna che avesse tanti fili e tanti tessuti connettivi da diventare la storia del mondo intero.”

0
Avv.-Alfredo-Esposito-The-IPR-Gorilla-Award

IPR Gorilla Conference 2022 – IP Emerging Player Award

È un vero onore celebrare il premio ‘Emerging IP player’ consegnato ieri al nostro fondatore Avv. Alfredo Esposito nell’ambito della IPR conference Gorilla 2022.

L’intero convegno è stata una grande occasione per incontrare professionisti, avvocati e imprenditori di tutto il mondo ed è stato incredibile ricevere un premio così significativo!

Siamo davvero grati di aver avuto la possibilità di discutere delle sfide da affrontare nel mondo della proprietà intellettuale, dell’intelligenza artificiale, degli NTF e della blockchain.

1 2 3 12
Call Now Button